July 23, 2014
Quella nella foto a DX è Alessandra Poggiani, una che ha avuto la sfortuna di laurearsi all’estero e di tornare in un Paese in cui esiste ancora il valore legale del titolo di studio, oltre a una marea di piccoli esserini invidiosi. La sua laurea in UK non è riconosciuta in Italia per cui oggi molti giornali hanno titolato che non è laureata e hanno messo in discussione il suo ruolo di DG dell’ Agenzia per l’Italia digitale.
L’Italia è un Paese in cui i piccoli miseri individui possono permettersi di fare character assassination perché ci sono altrettanti bugs che retwittano indignati senza riflettere. 
Qualcuno ha osato scrivere che a prescindere dalla sua laurea estera (quini NON LAUREATA per il nostro misero quartierino italiano) sarebbe stato meglio scegliere un ingegnere informatico alla guida dell’AGID. Andate a vedere cosa insegnano a alcuni corsi… Cobol e Pascal… Se prendo un laureato in Ing Inf. nel 1994, sulla base di quello in cui è stato formato oggi non sarebbe in grado di accendere un computer o realizzare una pagina web. Le competenze in un mondo così nuovo non possono essere misurare sulla base di vent’anni prima. Nella fattispecie l’ineccepibile CV di Alessandra Poggiani e i titoli acquisiti sul campo e con anni di esperienza sono indiscutibili. 
Alessandra, torna a Londra… L’Italia, purtroppo, lo dico con il cuore a pezzi, è un Paese per vecchi tromboni. via Facebook http://on.fb.me/1wXYMDd

Quella nella foto a DX è Alessandra Poggiani, una che ha avuto la sfortuna di laurearsi all’estero e di tornare in un Paese in cui esiste ancora il valore legale del titolo di studio, oltre a una marea di piccoli esserini invidiosi. La sua laurea in UK non è riconosciuta in Italia per cui oggi molti giornali hanno titolato che non è laureata e hanno messo in discussione il suo ruolo di DG dell’ Agenzia per l’Italia digitale.
L’Italia è un Paese in cui i piccoli miseri individui possono permettersi di fare character assassination perché ci sono altrettanti bugs che retwittano indignati senza riflettere.
Qualcuno ha osato scrivere che a prescindere dalla sua laurea estera (quini NON LAUREATA per il nostro misero quartierino italiano) sarebbe stato meglio scegliere un ingegnere informatico alla guida dell’AGID. Andate a vedere cosa insegnano a alcuni corsi… Cobol e Pascal… Se prendo un laureato in Ing Inf. nel 1994, sulla base di quello in cui è stato formato oggi non sarebbe in grado di accendere un computer o realizzare una pagina web. Le competenze in un mondo così nuovo non possono essere misurare sulla base di vent’anni prima. Nella fattispecie l’ineccepibile CV di Alessandra Poggiani e i titoli acquisiti sul campo e con anni di esperienza sono indiscutibili.
Alessandra, torna a Londra… L’Italia, purtroppo, lo dico con il cuore a pezzi, è un Paese per vecchi tromboni. via Facebook http://on.fb.me/1wXYMDd

July 22, 2014
July 21, 2014